Telegram! I passi per conoscerlo, apprezzarlo ma sopratutto sfruttarlo

Telegram…questo sconosciuto….o almeno per molti di voi che stanno leggendo questa pagina potrebbe esserlo. Ma andiamo prima di tutto a capire che cos’è Telegram, come funziona e come è possibile sfruttarlo. Si! ho detto sfruttarlo! Infatti, quando parliamo di questa app non andiamo ad intendere solo l’utilizzo della messaggistica istantanea come potete trovare anche in altri software simili, ma tutte le funzioni che possono renderlo molto utile e funzionale sia per il semplice utente che per chiunque abbia un’attività e voglia utilizzarlo per allargare il suo orizzonte nel digital.

socialmedia

Ma partiamo dal principio…

Telegram nasce come applicazione di messaggistica multi-piattaforma. Cosa significa? Ha la possibilità di essere installato su sistemi operativi differenti. Avremo la versione per Smartphone (iOS, Android, Windows Mobile) , la versione Web da utilizzare su una normale pagina internet (o anche le estensioni per i Browser) ed anche la possibilità di installare l’applicazione direttamente sul vostro PC (Windows, Linux e MacOS) (per Windows abbiamo anche la versione “portable” utilizzabile anche senza installazione).

telegram-installation

Per poter scaricare la versione per il vostro Sistema Operativo potete andare direttamente nello store del vostro Smartphone nel caso di sistemi mobile o sul sito telegram.org per i software desktop.

1. Prima potenzialità – Più sessioni contemporanee

Al primo utilizzo verrà chiesto l’inserimento del vostro numero di telefono per confermare l’identità (vi arriverà un sms) ma, successivamente, Telegram non funzionerà in abbinamento al vostro numero (anche se memorizzato). Una delle potenzialità è, infatti, la possibilità di poter avere più sessioni di Telegram aperte contemporaneamente senza dover scollegarci ogni volta dal dispositivo precedentemente utilizzato.  Nel caso installaste la versione per PC, mentre avete già un installazione mobile, vi viene chiesto di inserire il numero di telefono ma il codice di conferma vi arriverà tramite messaggio Telegram sul dispositivo mobile (o eventualmente SMS se preferite questa modalità).

all-app-telegram

Come poter sfruttare questa potenzialità? 

  • Possiamo rispondere ai messaggi direttamente dal PC, dove troveremo le stesse conversazioni, foto, video e file inviati e ricevuti
  • Possiamo utilizzarlo su un tablet invece che sullo smartphone (o entrambi)
  • L’uso che ne faccio io? Inviare velocemente video e foto al PC direttamente dallo smartphone. Come faccio? Ricerco il mio utente e mi invio da solo i messaggi =) . Se non vi trovate, aprite il menu dello smartphone e premete sulla vostra foto (si aprirà così la chat)

 divano-tablet-2

La possibilità di utilizzare più sessioni in contemporanea è una funzionalità che distingue Telegram da applicazioni simili come Whatsapp (che rimane legata al numero di telefono e ad una singola sessione).

telegram-vs-whatsapp

Vogliamo verificare quante sessioni di Telegram abbiamo connesse o vogliamo scollegarne alcune (o tutte). Semplice! Dallo smartphone, apriamo l’app, andiamo in “Impostazioni – Privacy e sicurezza – Sessioni attive” e visualizziamo dove siamo collegati (con la possibilità di arrestare ogni connessione).

sessioni-attive

2. Seconda Potenzialità – Invio dei files

Ma come invio dei files? Non lo fanno tutti? Si e no. Non andiamo a soffermarci sull’invio di gif o sticker ma sull’inoltro di file nel vero senso della parola. Nel caso volessimo inoltrare, ad esempio, foto e video, le strade sono essenzialmente due:

  • Invio file standard – le dimensioni rimangono invariate: non viene persa la qualità ma l’invio richiederà più tempo e più MB da utilizzare
  • Invio compresso – foto e video vengono compresse dall’applicazione: utile nel caso dobbiate mandare una foto o un video molto velocemente

Ma non finisce qui….

Se andiamo nel menù per inviare un allegato (icona con graffetta), selezionando l’opzione generica “file” avremo la possibilità di mandare qualsiasi cosa (con qualunque estensione) che non superi però la dimensione di 1.5GB …. bè non male che dite?

invio-file-whatsapp

Genericamente, l’applicazione utilizzata in modo basilare funziona come qualsiasi altra app di messaggistica. Una volta installata dovrete creare il vostro nome utente e far partire la ricerca dei vostri amici che la utilizzano già. Non è detto che ne abbiate molti, ma non scoraggiatevi, infatti questa applicazione sta crescendo giorno dopo giorno viste le sue funzionalità. Una differenza rispetto a Whatsapp, ad esempio, è che se dovete ricercare un utente potrete farlo solo tramite il suo nick e non tramite il numero. Positivo? Pensate a quante volte avete dovuto dare il vostro numero personale per farvi contattare tramite Whatsapp o SMS. 

 

3. Gruppi e canali – Che confusione! O non proprio?

Telegram ci offre la possibilità di creare gruppi e canali. Le due tipologie potrebbero sembrare molto simili ad alcuni di voi, ma abbiamo una sottile ed utile differenza da cogliere. 

Gruppo: con il gruppo (utenti massimi 5000) abbiamo la possibilità di parlare ad una community e permettere agli altri di comunicare con noi. Ogni gruppo può avere uno o più amministratori per gestirlo. Molto utile nel caso di community ma molto difficile da amministrare se i numeri si fanno elevati. Creando il gruppo abbiamo la possibilità di dargli un nome ed un immagine e dovremo per forza invitare fin da subito almeno una persona al suo interno. Ma non è tutto infatti mentre un gruppo è pressochè privato e rivolto ad una cerchia ristretta o che dovremo far crescere noi manualmente, abbiamo la possibilità della conversione in super gruppo. La differenza?

  • I nuovi membri vedono tutta la cronologia
  • I messaggi eliminati scompaiono per tutti
  • Gli admin possono fissare i messaggi importanti
  • Il creatore può creare un link pubblico per il gruppo

l-39-uomo-con-gli-occhiali-con-una-mano-vicino-all-39-orecchio_1194-587

Proprio su quest’ultimo punto è importante fermarsi. Abbiamo la possibilità di creare un gruppo e condividere un link per dare la possibilità a chiunque di entrarvi. Se ad esempio abbiamo una community su Facebook abbiamo la possibilità di creare un link Telegram e di creare un nuovo gruppo anche utilizzando questo strumento. 

Personalmente non amo molto i gruppi Telegram perchè se mal gestiti o amministrati potrebbero prendere una tangente non controllabile.

Canale: ecco… il canale è un ottimo strumento da utilizzare per tutti coloro che hanno una community e vogliono tenere aggiornati tutti coloro che decidono di seguirli. Come? Il canale nasce con un link vero e proprio che potremo condividere ai nostri amici o fan. Non invitiamo gli amici nel nostro canale ma sono loro che decideranno quando entrare o uscire. 

…quindi la differenza principale è…

  • Gruppo: conversazione molti a molti
  • Canale: conversazione uno a molti (chi segue non può scrivere ma solo ricevere i messaggi). Molto utile perchè è immediato. Abbiamo far avere una notifica contemporaneamente a più persone (se non l’hanno silenziata). Al contrario le pagine Facebook ad esempio non sono immediate e non è detto che pubblicando un post tutti lo possano vedere al momento

 differenze GRUPPO CANALE TELEGRAM

 

Come possiamo sfruttare un canale? Alcuni esempi pratici di utilizzo:

Ovviamente ci sono moltissimi utilizzi che potrete fare dei canali e gruppi….se avete altre idee contattateci sui nostri canali social ad esempio la nostra pagina Facebook ufficiale o la nostra Community

 4. I bot

Per parlare di come si creano dovrei ancora continuare a scrivere per molto, magari potrebbe essere un prossimo approfondimento (fatemi sapere). Ma andiamo a vedere che cosa sono, in maniera molto semplice, e a che cosa possono servire.

Molto semplicemente un bot è un qualcosa che ci aiuta ad automatizzare alcune operazioni facilitandoci la vita. Possiamo creare bot o utilizzare quelli che altri utenti hanno condiviso con gli utenti di Telegram. Per poterli aggiungere dovremo solo cercarli come se fossero utenti, avviarli ed interagire con loro attraverso i comandi che hanno a disposizione.

 progettazione-di-robot-colorato_1148-9

Cosa potrebbe fare un bot abbinato ad un canale? Ad esempio è in grado di automatizzare la condivisione di post sullo stesso attraverso feed, Twitter o Youtube. Potremo persino decidere di pubblicare un post ad un ora ben precisa….comodo eh? Allora….lo facciamo questo approfondimento? =)

Ma andiamo a conoscere qualche bot che possiamo utilizzare giornalmente per tutto ciò che ci può aiutare:

  • TrackBot (cercate in Telegram @TrackBot): vi permette di seguire il tracking delle vostre spedizioni
  • NetflixNews (cercate in Telegram @netflixnewsbot): ricevete le news del mondo Netflix direttamente su Telegram
  • WeatherMan (cercate in Telegram@weatherman_bot): previsioni del tempo tutte le mattine

Ovviamente la lista dei bot, potendoli creare, è veramente ampia =)

 5. Altre potenzialità

Ma Telegram ha molte altre funzionalità a sua disposizione fra le cui:

  • Chat Segrete: crittografate e con la possibilità di impostare un timer di autodistruzione per i messaggi
  • Invio gif animate e sticker personalizzati

Quindi, vi ho convinti ad utilizzare, o almeno provare ad installare Telegram come app di messaggistica alternativa? Fatemi sapere come vi trovate e cosa ne pensate. Volete mandarmi un messaggio su Telegram? Cercate il mio nick @anto88k ed i canali ufficiali di pilloleditecnologia.it

Un ultima cosa 🙂 Solo un ultimo favore…

Se il mio articolo ti è piaciuto potresti condividerlo nei tuoi social o mettere un “mi piace”? E’ molto importante per noi dello staff di Pillole di Tecnologia…abbiamo creato tutto ciò per passione e per i lettori che continuano a seguirci. Vedere un piccolo segno da parte vostra ci da la forza di continuare 🙂

Per tutte le novità potete continuare a seguirmi su Facebook a questo LINK o anche sul canale Telegram cliccando su telegram.me/pilloleditecnologia Per entrare nella community di Pillole di Tecnologia, puoi fare riferimento al gruppo Facebook dove potrai avere la possibilità di interagire con tutti i lettori del blog e direttamente con lo staff. Vuoi iscriverti alla nostra newsletter? Ecco il LINK 🙂

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

App Computer Gadget Home Tech Mobile e Wearable Smartphone Smartwatch e Smartband Sofware Web
Xiaomi Mi Band 2
Xiaomi Mi Band 2 – La Smart Band a lunga durata – La nostra recensione
Moto G4 Plus
Lenovo Moto G4 Plus – Buon compromesso – La nostra recensione
speaker easyacc
Speaker EasyAcc da 20W – Un altoparlante bluetooth molto potente
Android Hardware Microsoft Excel Mobile Software
timer-per-computer
Come creare in pochi minuti un timer per spegnere il tuo computer
telegram
Telegram! I passi per conoscerlo, apprezzarlo ma sopratutto sfruttarlo
powerbank
Powerbank – Guida all’acquisto
Amazon Shopping Tariffe
black friday
Black Friday e Cyber Monday – Tutti si preparano…e tu?
buoni-sconto-amazon-4
Come ottenere 60 euro di buoni sconto con Amazon
recensioni su amazon cambio policy
Cambia la policy Amazon – Finisce la pacchia per i recensori?
Come Potenziare il Wi-Fi con un Ripetitore
Come potenziare il Wi-Fi con un ripetitore wireless
power bank
Power Bank, questi sconosciuti. Come funzionano?
contapassi
Contapassi, questo sconosciuto, come funziona in realtà
mob.is.it
mob.is.it:motivazione,obiettivo,disciplina per un business online