Tecnologia da masticare ogni giorno

MYNT: Un track finder utile e versatile – Ma come funziona?

Non ha un GPS integrato...ma può essere utile a chi spesso non trova le chiavi per casa ;)

Slightech MYNT

Slightech MYNT
80

il mio voto

8/10

    Pro

    • Funzioni associabili

    Contro

    • ND

    Tantissima confusione per questi dispositivi. Cerchiamo con l’occasione di questa recensione di chiarire le funzionalità e la loro utilità. Ecco MYNT. Ma che cos’è questo tracker e come funziona?

    I tracker in generale, sono piccoli dispositivi, che collegati via bluetooth ad uno smartphone possono essere ricercati o possono cercare a loro volta il device a cui sono connessi. 

    Hanno il GPS integrato? I più economici e piccoli no (come MYNT, trackR, Chipolo etc). Questi tracker utilizzando il gps dello smartphone in modo da visualizzare su una mappa l’ultima posizione rilevata.

    mynt app 7 – Copia

    Ma quindi a cosa servono? Facciamo qualche esempio…(ovviamente tenendo in considerazione che il dispositivo si abbianato ad uno smartphone).

    • Se non trovare le chiavi o il portafoglio in casa, con questo dispositivo potete trovarli, facendolo suonare.
    • Avete dimenticato le chiavi a casa del vostro amico/amica/fidanzato o fidanzata? Con la mappa potete capirlo.
    • Volete seguire qualcuno o trovare chi vi ha rubato qualcosa? NO. Questo non lo potete fare.

    Ma ora torniamo a parlare di MYNT…

    Mynt è un tracker molto versatile e semplice da utilizzare. Perchè parlo di versatilità? Perchè non è solo dotato della sua funzione basilare di “ricercare gli oggetti”, ma con la sua app possiamo abbinare ad ogni tipologia di pressione, una diversa funzione.

    slightech mynt (5)

    Ma andiamo per gradi….parliamo del design e dei materiali di MYNT

    Ottimi i materiali di Mynt che con la sua scocca in alluminio risulta essere molto leggero. Essendo anche sottile, può essere comodamente inserito anche all’interno di una tasca del portafoglio senza dare tanto spessore. Troviamo solo un tasto funzione che come detto in precedenza, serve a richiamare lo smartphone o per altre funzioni associabili dall’applicazione.

    Applicazione

    Compatibile si per iOS che Android, è scaricabile direttamente dai rispettivi store. Il pairing bluetooth è molto semplice, dopo aver creato l’account. In pochi secondi si è connessi al proprio MYNT, a cui è possibile associare un nome e qualche impostazione basilare.

    Diciamo che sicuramente le immagini qua sopra riescono a chiarire molto di più le idee sulle funzionalità associabili al tasto e sulle impostazioni di Mynt.

    Ma come si è comportato MYNT durante le prove?

    Bene. Sembrerebbe che sia rimasto sempre collegato, infatti quando ho provato a premere il pulsante per richiamare lo smartphone, questa funzione ha sempre fatto suonare il dispositivo. Comodo da usare per le sue dimensioni che lo fanno somigliare ad un semplice portachiavi.

     

    Commenti

    I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.