Powerbank – Guida all’acquisto

77

Anni fa non ci si preoccupava dei caricabatterie: i telefonini GSM offrivano un’autonomia tale da permettere intere giornate lontani da una presa di corrente. Oggigiorno, invece, abbiamo nelle tasche smartphone sempre più evoluti, con richieste sempre maggiori di energia, motivo per cui il mercato delle Powerbank oggi è florido.

Questo articolo vuole essere una guida all’acquisto delle powerbank, basato sui mAh e le dimensioni, prendendo come riferimento powerbank Aukey provate personalmente. Tutti i discorsi fatti valgono, tuttavia, per qualsiasi altra powerbank di buona qualità.

La prima domanda da farsi quando si compra una powerbank è: Quante cariche voglio farci? Più cariche vorrete farci, più mAh vi serviranno, più grande e pesante sarà la vostra powerbank. Domanda speculare a questa è: In quanto tempo voglio che si carichi? Ovviamente una powerbank più capiente impiegherà più tempo a ricaricarsi.

3600 mAh

3600

Si tratta di una batteria estremamente tascabile, con cui si riesce a fare una singola ricarica allo smartphone (o poco più) prima che si scarichi. Ha come vantaggio l’estrema portabilità e la velocità nel ricaricarsi (circa due ore), lo svantaggio è la quantità di ricariche che riesce a fare. Da usare per brevi viaggi.

5000 mAh

DSC_1870

È più capiente della precedente, ma conserva una buona portabilità. Forse la forma cilidrica rende un po’ più scomodo il trasporto in tasca, ma resta comunque un’ottima soluzione se cercate qualcosa di maneggevole. Ci si riescono a fare circa due cariche complete prima che si scarichi. La si ricarica completamente in circa 3 ore.

6000 mAh

6000

È poco più capiente della precedente ed è pensata principalmente per utenti iPhone. La forma è stretta e allungata e si tiene in tasca meglio di quella cilindrica. Si riescono a fare circa 3 ricariche complete agli smartphone prima che si scarichi. Ha l’ingresso di ricarica lightning anziché USB e si ricarica in circa 3 ore e mezza.

Cavo Lightning

Semmai vi si fosse rotto il cavo lightning potete prendere questo a 7€, certificato Apple

12000 mAh

12000

Qui iniziamo ad entrare nella categoria delle powerbank pensate per andare nello zaino e non più in tasca. Con i suoi 12000 mAh si riescono a fare ben 5-6 ricariche complete prima che si scarichi ed ha anche una comoda torcia. È ottima per persone che devono sostenere lunghi viaggi o hanno la necessità di caricare due cose contemporaneamente, visto che è dotata anche di due porte USB. I tempi di ricarica si allungano, ovviamente, ed occorrono circa 6 ore affinché si ricarichi

20000 mAh

20000

Questa powerbank l’ho definita “immortale”. Ci si riescono a fare ben 10 ricariche allo smartphone prima che si scarichi ed è provvista anche di doppia porta usb e torcia. Ciò significa che potrete stare benissimo un paio di giorni senza prese di corrente. Lato negativo? Tempi di ricarica della stessa che si aggirano intorno alle 13 ore.

Se acquistate una powerbank vi consiglio in ogni caso di abbinarci anche accessori dedicati alla ricarica delle stesse: caricabatterie a più porte e cavi USB supplementari potrebbero tornare molto utili. Di seguito un paio di suggerimenti di accessori, testati personalmente:

5 Cavi USB

Si tratta di una confezione con cavi di varie lunghezze. Quelli più corti li potete abbinare alle powerbank con doppio ingresso USB (da cui esce un solo cavo USB), gli altri li usate per il caricabatterie

3 Cavi USB

Simile al precedente, ma ci sono solo tre cavi da 1,2m

Caricabatterie con due porte USB e Quick Charge

caricabatt

Ottimo per caricare lo smartphone con quick charge e caricare contemporaneamente la powerbank

Caricabatterie solare

Vi lascio, infine, con quest’ultima chicca: un caricabatterie solare con cui potrete ricaricare le vostre powerbank anche senza una presa di corrente.

Commenti

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.