Tecnologia da masticare ogni giorno

Powerline: configuriamo la rete domestica con l’aiuto di Aukey

Facciamo un breve cenno per capire a cosa servono le powerline e se effettivamente potrebbe essere il caso di adottare questa tecnologia a casa vostra, in ufficio o in negozio. Le powerline, in poche parole, non fa altro che permettere la trasmissione di dati attraverso la nostra rete elettrica. A cosa possono servire?

  • Se non volete utilizzare il WiFi per collegare dispositivi lontani
  • Utile secondo me, per collegare box multimediali che potrebbero essere lontani dal punto di accesso (o per esempio per collegare il decoder di Sky ad internet).

MATERIALE OCCORRENTE

  • PowerLine: io utilizzerò il kit Aukey PA-P1 che potete trovare su Amazon a questo link (KIT AUKEY AMAZON). Questo è provvisto anche dei cavi di rete necessari per l’installazione, inoltre il prezzo è decisamente accessibile.

Aukey PA-P1 B

 

 INIZIAMO…

Come si può vedere, ogni powerline si alimenta collegandola direttamente ad una presa a muro. Nel kit distinguiamo due diversi dispositivi. Il più piccolo per noi sarà il principale che andrà collegato nei pressi del modem/router mentre il più grande sarà il secondario ed andrà collegato nel posto desiderato.

PRINCIPALE

powerline aukey 12

Alimentiamo il dispositivo principale con una presa a muro nei pressi del modem/router andando successivamente a connetterlo con il cavo di rete. Inizialmente, solo il led “power” si accenderà per indicarci l’alimentazione del dispositivo. Dopo il collegamento del cavo ethernet, anche il led “data” si accenderà.

Aukey PA-P1 principale

SECONDARIO

powerline aukey 11

Andiamo a porre il dispositivo secondario nei pressi della zona che vogliamo venga coperta dai servizi di rete. Alcune precisazioni sono da fare a questo punto:

  • L’impianto elettrico deve essere comune
  • Con un impianto vecchio potrebbero esserci disturbi nella trasmissione

Ora dovremo attendere qualche secondo per permettere l’allineamento fra i dispositivi.

Aukey PA-P1 sec

 

Differenze fra il dispositivo primario e secondario

Come possiamo osservare, nel caso Aukey, avremo la possibilità di spegnere il secondario quando non utilizzato. Oltre a questo troviamo integrate alcune funzionalità interessanti come ad esempio:

  • Disponibilità di due porte ethernet
  • Rete Wireless integrata

Il secondo punto, probabilmente è il più interessante, infatti, oltre ad estendere la nostra rete il kit Aukey si comporta come un vero e proprio amplificatore WiFi.

FUNZIONA?

Collegando il dispositivo al secondario, ci troveremo connessi alla nostra rete. Il led “Data” indica lo stato di sincronizzazione (verde ok).

Aukey PA-P1 ok

 

Fino ad ora abbiamo analizzato il funzionamento generico di un kit powerline, ma andiamo a capire più in dettaglio le caratteristiche del kit da noi utilizzato. A connessione avvenuta, oltre ad avere a disposizione il collegamento via cavo, verrà creata anche una rete wireless di nome “Aukey powerline”. La rete risulta essere aperta. Come fare per proteggerci? Dobbiamo innanzitutto capire l’indirizzo assegnato alla periferica di rete Aukey e digitarlo sulla barra degli indirizzi.

Ci troveremo di fronte la richiesta di inserimento password (generica= “admin”).

powerline aukey 1

Entrati nel pannello di amministrazione, avremo la possibilità di variare le impostazioni di rete.

poerline aukey 2

 

L’utilizzo delle powerline è sicuramente consigliato in tutte quelle occasioni in cui il passaggio di un cavo di rete o l’utilizzo del wifi risultasse scomodo o non possibile. Le casistiche di utilizzo sono molte, potremo per esempio portare la nostra rete internet in tutti i luoghi della casa in cui è assente (per esempio per collegare il decoder Sky o una console).

 

L’esperienza di Pillole di Tecnologia non si ferma sul blog. Trovi tante altre novità su Facebook, su Telegram e su Youtube…ti aspetto 😉

Commenti

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.